Sonnomenitudine

Bianco scuro. C’è chi ha grandi sogni, c’è chi ha grandi idee; io ho un gran sonno. Non sarebbe nulla se non ci fosse di traverso, questa pallida smania che impedisce alle mie palpebre di compiere il loro semplice e semi involontario compito. Capirai che difficoltà. Sembra facile, mi riesce tutte le notti, beh quasi….

L’estraneo della porta accanto

L’estraneo della porta accanto, è quel familiare individuo presente nella tua consuetudine che, quando va bene, saluti tutte le mattine con un laconico: “buongiorno”; per mal celare il fatto che non ricordi , o nemmeno hai mai saputo, il suo nome. Se c’è una cosa che credo abbia drammaticamente segnato in negativo l’evoluzione della vita…

La parola roba

Sta roba che sarebbe bene avere roba per poter fare altra roba mi piace abbastanza, mi piace la roba, avendo la roba che mi serve è facile dire che mi piace, ma forse non è il modo più ottimale per vivere. Senza forse. Anche perché, ad esempio, chi non ha roba come fa? Non sussiste?…

È ora di finirl

Cose lasciate a metà. Roba mai finita, ma che non vogliamo dare per persa. Progetti tanto amati da non avere avuto il coraggio di portarli avanti. L’inconcludenza di quando ti culli un pensiero nella testa tanto a lungo, che arrivi a idealizzarlo. Idealizzare una cosa, a volte, comporta che la lasci lì, inerte, apatica, in…

Felicità e altri titoli poco adatti

Puoi stringere la cinghia quanto vuoi, ma tanto non la leghi. Non puoi costringere le cose immateriali a coprire le paure. I sorrisi di chi la conquista, non chiedetemi il perché, fanno adombrare gli occhi di chi ancora non la cede. Come se ci fosse qualcosa di profondamente sbagliato nella ripartizione delle emozioni fra gli…

Sinestesie iperboliche

Ovvero: “Retorica sulla carenza di costrutto comunicativo nell’era digitale” Sottotesto: “se non capisci, forse sto parlando proprio di te” Svolgimento: “Scialacquio di lingue a far risacca di parole inquinanti. Brusio di fondo che toglie i sensi alle parole non dette. Rimestio di idee impastate senza farina del proprio sacco. Tramestio di coscienze terrorizzate da una…

Sono un poco di buono

Che è sempre meglio di niente. Porta pazienza. Sempre facile da dire, ma a meno che non sia un antico ingresso a una qualche cittadella medievale presa per sfinimento, è sempre più facile a dirsi che a farsi. Porta pazienza, che arriverà pure il tempo di diventare grandi, finendola con questa moda dell’invecchiare bene. Perché…

Stupido cinico

La differenza fra una persona intelligente e una persona sensibile, sta nel vedere la differenza fra il significato delle parole e ciò che vogliono dire. Le persone intelligenti riescono a cogliere il senso di un discorso, formulare ipotesi circa i possibili sviluppi che ne derivano, analizzarne il contesto, ragionare a mente fredda e, se richiesto,…

In morte di uno che ne avrebbe fatto volentieri a meno.

*SPOILER ALERT* → rOBba PeSa A:         Morirò. Coro:   Grazie al cazzo, tutti moriranno. A:         Sì! Ma io di più! Coro:   Ma non dire cazzate cosa vuol dire che tu morirai di più. A:         Beh quando morirete voi  il buio non circonderà me come un mantello…e non sarà la mia essenza ad essere affidata ai soli…

Normali SuperPoteri

Mi sono addormentato bambino per tutte le notti della mia vita. Fino a quando, un bel giorno, mi sono svegliato adulto. Non dico uomo perché non sono ancora sicuro di meritarmi un titolo tanto importante. Ci sto lavorando su. Adulto però lo posso e, ahimè devo, dire. Non c’è un momento preciso in cui succede,…

Fai male a fare bene

Non te lo hanno mai detto? E ci mancava soltanto che si cominciasse a mettere in dubbio il lavoro dell’UNICEF, di Medici senza Frontiere, di Emergency …qualcun altro? Ora il mondo del volontariato deve essere marcio pure quello! Per forza! Ma, perché se un volontario entra nell’esercito è un eroe (che svolge il lavoro che…

Il bambino e la tartaruga

  Avete tempo di sentire una bella storia? Se non ce l’avete dovreste trovarlo, sapete? Perché, senza storie, non sono sicuro che la vita sarebbe così bella come la desideriamo. La mia storia inizia tanto tempo fa… Sono nato nel’23 e, quando dico ’23, intendo ovviamente il 1923. Quell’anno, il paesino dove sono nato, passò…