Disse Adamo, o forse lo pensò soltanto…

il

Ho sbagliato!

Cazzo sì ho sbagliato ma, non per giustificarmi, chi è senza peccato scagli la prima pietra!

Ahia!!!

Io ho sbagliato, ma voi siete dei bugiardi!

Un errore, ne ho fatti tanti senza che succedesse nulla, e pure gravi ne ho fatti!

Ma non è mai successo nulla!

Perché questa volta è stato diverso?

Quale legge regola la casualità delle conseguenze? Spiegamelo avanti!

Provate a farmi capire!

Voi , sì dico a voi con la pietra in mano che mi deridete!

Fatemi intuire il grande disegno che sta dietro a tutto questo pasticcio chiamato vita!

Ah fate finta di niente adesso?

Vi girate dall’altra parte?

Ma come?!

Proprio voi che, meno di un secondo fa, eravate pronti a lanciare i vostri giudizi pesanti ed appuntiti sulle mie carni, ora vi nascondete?!

Non sapete un cazzo di niente nemmeno voi!

Se ci fosse una regola e fosse chiara e senza clausole scritte in piccolo, uno arriverebbe anche ad organizzarsi, no?

Se uno sbaglia, ci mancherebbe, può capitare, allora dovrebbe arrivare un, che so, dico io…un arbitro!

Ecco sì un arbitro sarebbe perfetto!

Un arbitro che immediatamente fischia e ti ammonisce…oppure nei casi più gravi ti espelle!

Ci mancherebbe se uno fa una cazzata enorme ci sta anche l’espulsione!

Però prima devi spiegarmi il regolamento!

Dobbiamo provarlo! Si devono fare un paio di partite di prova a carte scoperte! Poi ci devono essere un avvertimento o due fatti in maniera formale, dei richiami!

Solo dopo inizi a tirarmi delle pietre, a ragione aggiungerei, perché nonostante mi fosse stato spiegato in tutti i modi, io ho sbagliato lo stesso!

Così sì che potrebbe starmi bene!

Ma così no cazzo!

Se mi comporto male e non me ne rendo conto, perché era palese che non me ne rendessi conto, qualcuno me lo deve dire!

Puoi anche dirmelo sgarbatamente, ma porca troia me lo devi dire!

Non parlo del fatto che questa cosa non si fa, questo lo sapevo già da prima!

Cosa me lo dai a fare un cervello e la curiosità, se poi ad usarli non posso far altro che offenderti?

Se quella che cerchi è cieca ubbidienza, senza nemmeno accettare un contraddittorio, allora come minimo mi devi spiegare perbene quali sono le conseguenze!

Io non sono esperto della vita!

E a voler essere sinceri fino in fondo… probabilmente tu lo sei meno di me!

Non parlo della vita in maniera filosofica e spirituale, intendo la vita in senso pratico, con i dovuti limiti di tempo e capacità!

Io insegnerò quello che ho imparato ai miei figli i quali faranno altrettanto con i loro e così via? Va bene…

Ma io?! Che ne sarà di me?!

Ami di più quelli che ancora non ci sono?!

Sono stato solo una prova per vedere se ti riusciva?!

Spiegami!

Spiegami con parole semplici e dirette, come si fa ad un bambino.

Un bambino che gioca con la presa elettrica rimarrà sempre fulminato se non gli si spiegano i pericoli, se non gli si sta continuamente dietro e non si prendono le dovute precauzioni!

Le dovute precauzioni e che cazzo!!!!

Se ti importa è così che funziona; se ti importa…

Non per insegnare nulla, ci mancherebbe pure, però con un minimo di logica è così, se ti importa di tuo figlio tu lo proteggi, gli insegni, gli stai dietro, prendi tutte le precauzioni possibili… e poi… quando dopo tutto questo lui sgarra lo stesso allora, lo perdoni!

Lo punisci certo, mi sta bene! Lo sgridi, ok!

Ma poi la punizione finisce!

Poi un sorriso glielo fai!

Non lo lasci in un angolo buio a piangere porca puttana!!!

La disperazione di tuo figlio non la senti?!

Non vedi quanto inconsolabilmente cerca un tuo abbraccio?

Quanto disperatamente invoca una tua parola buona, un sorriso?!

Che razza di mostro caccerebbe il proprio figlio di casa, consapevole del fatto che non sarebbe mai in grado di provvedere a se stesso, eh?

Uccideresti tuo figlio?

Ti rispondo io: sì! Se questo è il trattamento che tocca a me!

Io sono tuo figlio!

Ma se le mie lacrime non servono ad ammorbidire il tuo cuore allora vuol dire che è già troppo arido!

Forse quando saremo di più, forse quando i tuoi figli a piangere saranno miliardi, forse allora il tuo cuore germoglierà. O annegherà…

Lo sapremo solo allora, ma io no! Io non lo saprò mai!

Non nasconderti dietro il libero arbitrio! Non usare portavoci!

Vuoi che vada? Me ne vado, ma sappi che non smetterò mai di piangere e che la mia disperazione è causata  da te!

Sappi che tuo figlio soffre a causa tua, e ciò nonostante non potrà mai fare a meno di amarti. Che tu esista o meno.

Bella fregatura sta vita.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Fania ha detto:

    Purtroppo certi genitori questo non lo potranno mai capire. .. mai. Te lo dico per esperienza.

    Mi piace

    1. B ha detto:

      Ciao Fania, mi dispiace molto se la tua esperienza è questa…in realtà poi il problema grosso,in questo caso per Adamo, è quello di non essere mai stato un figlio…ma la si può intendere in tanti modi!
      Ciao e a presto! 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Fania ha detto:

        Tranquilla 😊
        Sì io l’ho inteso in un altra maniera ahahha.
        A presto 😗😗😗

        Mi piace

  2. cibergam ha detto:

    Ci leggo una preghiera, dura, forte, vera, giusta.
    (Ps: finalmente ci hai dato la possibilità di commentare i tuoi pezzi. Grazie B ^_^ )

    Liked by 1 persona

    1. B ha detto:

      Grazie a te! Davvero! 🙂

      In realtà devo avere impostato male una qualche voce sulla privacy! Lungi da me impedire a qualcuno di dire qualcosa!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...